Benvenuti in Bottega, il piccolo laboratorio che ho aperto per condividere le mie passioni: la pittura e la pasta di mais. Dai miei pasticci nascono le creaturine della Bottega: fate svolazzanti (attenzione, abbassate la testa), sirene, creature magiche e piccoli animaletti. Qui c'è sempre una gran confusione, quindi non spaventatevi se vedete passare un topino o una chiocciola... siamo tutti un po' matti! Però tutti con una fiaba da raccontare :)
Buona passeggiata!

venerdì 27 giugno 2008

Una fata anomala

Come avevo anticipato, ecco una fata un po' particolare...dopotutto, chi ha detto che anche fra loro non ci siano uomini? Solo: come lo chiamo? Fato? No, è orrendo...

Anche lui, comunque, è armato di lancia, spero per cacciare le zanzare tigri che mi hanno massacrato in giardino!



Le ali da un altro punto di vista. Sono state la parte più difficile e hanno sostato alcuni giorni in bottega. Alla fine le ho modellate da capo, le prime proprio non mi convincevano.

Un ultimo scatto per dare l'idea delle dimensioni. Al solito, a parte il bastone della lancia, è tutto fatto in pasta di mais dipinta con gli acrilici.

Su consiglio di Paola ed Elisa, ho deciso di cambiargli il nome: elfo della caccia suona decisamente meglio. Anche perchè, se continuavo a chiamarlo "fato", avrebbe finito per infilzarmi una mano con la lancia...

lunedì 23 giugno 2008

Un premio!



Accipicchia, mi hanno dato un premio! Un grazie enorme (si dice in italiano?) a Gabriella che me lo ha concesso sul suo blog, che vi invito a visitare:http://ga1964.blogspot.com/.

Regole:

1. Al ricevimento del premio bisogna scrivere un post mostrando il premio e citare il nome di chi ti ha premiato, mostrando il link del suo blog.

2. Scegliere un minimo di 7 blog (o più) che credi siano brillanti nei loro temi o nel loro design.Esibire il loro nome e link, avvisarli che hanno ottenuto il premio "BRILLANTE WEBLOG".

3. Facoltativo ... esibire la foto (il profilo) di chi ha premiato e di chi viene premiato nel tuo blog.

Ecco i blog che ho deciso di premiare:

domenica 22 giugno 2008

Ancora chiocciole...


Ieri, fra i fiori, ho trovato la mia ultima fatina. Mi ci è voluto un po', le chiocciole non volevano saperne di mettersi la briglia!:)) Trainano una slitta un po' strana, fatta con la foglia di una rosa, e una fatina sui toni del rosso, proprio come il fiore...


Chiocciole (solo l'animaletto, i gusci sono veri), fata e foglia sono sempre in pasta di mais, di cui inserisco la ricetta qua sulla destra.
Ora rimane da ultimare l'altra. Speriamo bene, è un po' anomala...

giovedì 19 giugno 2008

Il gufo saggio

In attesa di finire le nuove fate (cosa più difficile del previsto...) ho postato un gufo. Non avevo mai provato a dipingerlo, al contrario delle civette e, infatti, i ciuffi sulla testa non si vedono come sarebbe giusto. Un'annotazione per il prossimo...
Da sempre il gufo è simbolo di saggezza e conoscenza: speriamo che ne infonda un po' a me per i miei esami!

giovedì 12 giugno 2008

Miccio amiatino



L'asino mi è sempre stato simpatico, forse perchè e sottovalutato nonostante la docilità e la spiccata intelligenza, o forse perchè condivido con lui la sua proverbiale testardaggine!
Questo, per l'esattezza, è un sorcino crociato di razza amiatina, una sottospecie originaria del monte Amiata. Il nome è dovuto al colore grigio topo (sorcio, appunto...) e alla croce sulla schiena che lo rende inconfondibile.
Fino a pochi anni fa era sull'orlo dell'estinzione, ne esistevano pochissimi esemplari, poi, grazie all'impegno del Parco Faunistico dell'Amiata, la razza si è piano piano ripresa.
La mia nonna materna lo conosce bene, lei è amiatina, e per chi abitava in campagna l'asino era prezioso. Per vederlo in carne e ossa, fatevi una gita al Parco Faunistico, ne vale davvero la pena.

lunedì 9 giugno 2008

Nuove fatine

"... e non è facile restare/senza più fate da rapire..." canta Gianna Nannini e, infatti, ne ho "catturate" altre due.
Una cavalca una chiocciola. Il guscio è vero, l'ho trovato passeggiando lungo una delle piste ciclabili della mia città e ho voluto restituirgli l'inquilino :)
L'idea della fatina a caccia (di cosa non so, non me lo ha detto...) è venuta in seguito ripensando al libro di M. Ende, "La Storia Infinita", e all'omonimo film. Ve lo ricordate l'omino che cavalca la chiocciola da corsa?


L'altra è la versione marina: questa volta la fatina si è fatta dare un passaggio da un paguro, anch'esso dentro una vera conchiglia.

Chiocciola, paguro e fatine sono interamente in pasta di mais, colorata successivamente con i colori acrilici.

venerdì 6 giugno 2008

Madonna con bambino

Questo è un lavoro su commissione fatto un mesetto fa, acrilico su legno. Non è un soggetto esattamente nelle mie corde, ma ho voluto provare lo stesso. Il risultato non mi soddisfa pienamente, però è anche vero che, all'inizio, credevo venisse peggio.
Lo spunto me l'ha dato la stampa (decisamente più bella della mia riproduzione!) che tiene in camera la mia nonna paterna. Pensate che è sopravvissuta anche all'alluvione di Firenze del '66...

mercoledì 4 giugno 2008

Cuccioli e criceto mannaro


Fra i sassi che mi sono rimasti (pochi, in realtà, e piuttosto grossi) mi è tornato fra le mani questo criceto paffuto e, per associazione di idee, ho pensato al criceto mannaro.
No, non si trasforma con la luna piena e no, non ho le allucinazioni, è solo un personagggio di "lupi", un gioco di ruolo da fare in almeno otto persone. Uno dei ruoli è, appunto, il criceto mannaro, che cerca di vincere da solo confondendo tutti gli altri.
Fa casino, insomma. Forse è per questo che piace tanto a mio fratello...sono uguali!
In compenso mi è venuta una gran voglia di vacanze e di rivedere le mie bis-cugine che ci hanno insegnato a giocare a "lupi"... ve le ricordate le nostre epiche partite?

____________________________________________________

Questo, invece, è un cestino di cui vado piuttosto fiera e che, infatti, ha già preso il volo. Visto che ero soddisfatta del risultato, ho scattato la foto prima che i cuccioli raggiungessero il loro nuovo padrone. Che ve ne pare?