Benvenuti in Bottega, un piccolo laboratorio che ospita fate svolazzanti (attenzione, abbassate la testa), sirene, creature magiche e minuscoli animaletti. Qui c'è sempre una gran confusione, quindi non spaventatevi se vedete passare un topino o una chiocciola... siamo tutti un po' matti! Però tutti con una fiaba da raccontare.
Buona passeggiata!

Se desiderate adottare una creatura o ne volete una su commissione, creata appositamente per voi, per informazioni su tecniche e materiali oppure semplicemente per lasciare un saluto e fare quattro chiacchiere... mi potete contattare su soniacacioppi@alice.it
Sarò felice di rispondere :)

Pasta di mais - le colle

Oggi non ho nessuna creaturina pronta ( i topini di Halloween devono finire di farsi il trucco), quindi ho pensato di fare un post "di servizio"; più che un tutorial una chiacchierata su un argomento essenziale se si parla di pasta di mais: la colla vinilica.


Chi lavora la pasta di mais sa che una buona colla vinilica vuol dire tanto, tantissimo per la buona riuscita dell'impasto. E, a seconda del tipo di soggetto, è più pratico usare una colla piuttosto che un'altra perché ognuna ha caratteristiche finali, consistenze e punti di cottura diversi.
Nel corso del tempo ho avuto modi fare dann... ehm... sperimentare varie colle, sei per la precisione. Di seguito riporto le mie osservazioni per quanto riguarda gli impasti con cottura. Se vi accorgete di eventuali errori o aggiunte da fare ditemelo, eh! Che per me il post è anche un modo di saperne di più :)


- Vinavil NPC Stella bianca: La Vinavil tappo blu, una delle più conosciute e usate. Ultimamente non una delle più economiche, purtroppo. E' una colla densa e plastificante che, quindi, tende a dare un impasto più "sostenuto" e duro da lavorare ma molto buono. La ritengo ottima nel caso di personaggi e figure, senza dubbio una delle mie preferite. Ha un punto di cottura "basso", non oltre i cinque minuti.
Spesso mi capita di aggiungere all'impasto uno o due cucchiai d'acqua, proprio perché è vischiosa (e dura da girare nel pentolino, argh!). Occhio all'acqua però: se vi occorre, non esagerate con le dosi dato che più c'è acqua più la cottura è lenta e più si tiene sul fuoco più il rischio di fare una pasta troppo cotta è alto. Chiedetemi come lo so.
- Vinavil 59: La Vinavil tappo arancione, più liquida e con una cottura più lunga. Dà un buon impasto una volta compreso il tempo di cottura, un po' più morbido rispetto alla Stella bianca.


- Neolith 50/L: Ottima colla; non troppo densa, dà alla pasta una resa vagamente setosa e un impasto abbastanza morbido. Infatti, molte persone usano questa nel caso della pasta di mais con la polvere di ceramica dato che la ceramica tende a seccare. Di solito chi fa fiori usa lei :)
Attenzione a prendere quella giusta, la 50/L: c'è in diverse concentrazioni e il risultato non è lo stesso.
Ha il difetto di essere difficile da reperire... da me non si trova nemmeno a pregare in aramaico antico!
Sul web, però, la tengono Hobby&Art (Patrizio ti ho preso la foto, perdono), oppure Happydo o anche Italian Sugar Art.
- Pattex: Molto simile alla Vinavil tappo blu, anche questa è densa e plastificante... per lo più costa meno rispetto alla Vinavil, a me piace moltissimo.


- Pritt: Anche questa è piuttosto densa, ma ammetto di non avere molta simpatia per lei. L'impasto che ho fatto mi è venuto gommoso, anche dopo l'asciugatura i pezzi non si indurivano bene.
Io ho fatto un solo impasto con la Pritt, quindi prendetemi con le molle... se qualcuno ne sa di più sono prontissima a rivalutarla però! Ne ho ancora mezzo barattolo :D
- Sigill Vinil: Una "via di mezzo", densa ma non troppo. Non è affatto male, però non si trova ovunque nonostante sia conveniente in termini di prezzo. Anzi, forse la più conveniente che ho trovato, finché non è sparita dai negozi della mia zona -.-

Ecco, queste sono le mie esperienze. Ricapitolando: se volete un impasto più duro e che si sostenga di più vi consiglio la Vinavil tappo blu e la Pattex. Se preferite un impasto morbido la Neolith o la Vinavil tappo arancione.
E se avete qualche altra colla da consigliarmi son tutta orecchie :D
A prestissimo!

Commenti

  1. Io sono assolutamente ignorante, ho usato la colla che avevo per i primi esperimenti. L'ultima volta ho comprato la Pattex perché di formato un po' più grande c'era solo quella ma l'impasto è venuto un po' duro, probabilmente l'ho cotto troppo. Grazie per i tuoi preziosi consigli.

    RispondiElimina
  2. Ciao sonia,ottimo post! Io uso vinavil tappo arancione,cm hai detto tu l'impasto risulta morbido,bello da lavorare,ha l'unico difetto di essere forse troppo elastico e poco adatto a creare visi...la stella bianca l'ho provata ma ne é nato un "mattone"!!! Proveró su tuo consiglio ad annacquare l'impasto cosí mi libero di quel mezzo chilo fermo in un angolo giá da un po'...grazie,dany : )

    RispondiElimina
  3. *Francesca la Pattex è un po' densa, ci stà che cuocendola un briciolo meno l'impasto ti venga bene :)
    Tanto abbiamo fatto tutti così, la colla che ti ritrovi in casa e quella che usi :D

    *Dany ^___^ Prova a mettere un paio di cucchiai d'acqua, stando attenta alla cottura che la vinavil tappo blu si cuoce in fretta.
    Se poi hai bisogno di qualcosa, la mia mail ce l'hai :D

    RispondiElimina
  4. ..Questo post mi interessa molto! :D L'impasto che ho fatto io in realtà ha avuto però solo problemi iniziali di grumi (e alla grande!Anzi, alla "gigantesca" -____- ) ai quali sono riuscita a rimediare a cottura ultimata, impastando, reimpastando e ammorbidendo a nastro.. La resa finale però è stata buona: a creazione finita, la pasta si indurisce davvero bene ( colla buona, quindi..almeno credo:) ). Ma il mio problema rimane il tempo di cottura..Oppure il calore della fiamma non dosato bene..Sigh...

    RispondiElimina
  5. a me è piccina, quella con il tappo rosso da 100... non so qnt è stata sul fuoco, cmq poco... credo che però sia opportuno mischiare bene gli ingredienti prima di metterli sul fuoco... io non credo di essere stata più di 5 minuti, ma credo che cmq si sia cotto troppo, come ti dissi. ho provato a colorarla, ma non si è indurito bene il pezzo. quindi credo che colorerò a lavoro ultimato

    RispondiElimina
  6. *Laura io metto un frangifiamma sul fornello... sennò, anche al minimo, la fiamma "arriva" troppo pure a me.
    E' esigente 'sta pasta, mannaggialei!

    *Laura sì, sempre meglio mischiare bene prima di metterla sul fuoco. Al primo impasto è facile sbagliare un pochino la cottura... se ti può consolare il mio non era un po' sbagliato, era una palla di plastica che avrebbe ucciso qualcuno XD

    RispondiElimina
  7. Ti ringrazio un sacco per il consiglio!..Alla prossima, ci provo!
    :D :D :************

    RispondiElimina
  8. la sto un po' recuperando. è buona per le roselline, ma per i topini ^^! credo tornerò al fimo. è una buona idea:un nuovo tipo di arma contundente!

    RispondiElimina
  9. *Laura :******

    *Laura altro che i martelli... palle di pasta di mais venuta male! XD

    RispondiElimina
  10. Sei sempre bravissima con i tuoi post! Grazie dei presiozi consigli ��

    RispondiElimina
  11. Ciao! Più colla Pasta di mais http://anri-irene.blogspot.hu/2015/05/test-drive.html

    RispondiElimina

Posta un commento