Benvenuti in Bottega, il piccolo laboratorio che ho aperto per condividere le mie passioni: la pittura e la pasta di mais. Dai miei pasticci nascono le creaturine della Bottega: fate svolazzanti (attenzione, abbassate la testa), sirene, creature magiche e piccoli animaletti. Qui c'è sempre una gran confusione, quindi non spaventatevi se vedete passare un topino o una chiocciola... siamo tutti un po' matti! Però tutti con una fiaba da raccontare :)
Buona passeggiata!

mercoledì 20 maggio 2015

Il vincitore è...

... *rullo di tamburi* ... il mio compagno di swap a cui toccherà prendersi in carico due pesti baffute e affamate è il partecipante n. 19

Raffaella Carrozzini

Ora la responsabilità dei due topini tocca a te :D 
Vi lascio le schermate dell'estrazione, però prima vorrei ringraziare tutti coloro che hanno partecipato. Mi sono arrivati auguri meravigliosi, simpatici e perfino dal vero... non ho risposto sul post solo per non far confusione (perchè so che avrei fatto un macello nel riassegnare i numeri, dopo). Insomma, grazie per aver festeggiato insieme al blog :)



Dimenticavo... da domani ricominciano i post "normali"... se di normale c'è qualcosa qui :D

mercoledì 13 maggio 2015

Sette anni di blog - regalo di compleanno

Il 13 maggio 2008, nasceva la Bottega.  
Il 13 maggio 2015 la Bottega è ancora qui, dopo aver accumulato quasi 900000 visite, 431 post, non so bene quante strambe e buffe creature e ben sette anni... di guai, per voi che leggete :P, e di divertimento, per me che scrivo.
Inutile ripetersi come tutti gli anni con i ringraziamenti, tanto sapete di chi sia il merito di questa lunga vita del blog: mio poco, vostro parecchio. Quello che si ripete, invece, è il mio modo di dirvi "grazie"... quindi prendete una fetta di torta (che non manca mai, sennò che compleanno è?), un bicchiere di spumante e... la possibilità un regalo :)


Come le altre volte, si tratta di un piccolo swap, ovvero di uno scambio simbolico. Io offro la mini credenza con i topini, il mio compagno di swap in cambio mi manderà... quello che vuole, qualsiasi cosa pensa che possa piacermi: un oggetto fatto a mano, ma anche acquistato, un biglietto... qualcosa che possa essere spedito con una semplice prioritaria. Mi raccomando: basta il valore simbolico, non occorre niente di costoso!

Quindi, per partecipare:
* Lasciate un solo commento a questo post. Se non siete registrati a blogger non importa, basterà firmare il commento e darmi una mail di riferimento.
* Le iscrizioni chiuderanno martedì 19 maggio a mezzanotte. Mercoledì 20 maggio estrarrò un nominativo, che sarà il mio compagno di swap.

A chi andrebbe di ospitare queste due piccole pesti bianche e nere? :)
Intanto... un'altra fetta di torta prima che i topini facciano man bassa?

giovedì 7 maggio 2015

Credenza 1:12 - Love is in the air

Chi, coraggiosamente, segue le vicende della Bottega sa che qui le cose, spesso, non sono come sembrano. E che l'oggetto più comune può riservare sorprese inaspettate.
Per esempio, se aprite piano piano lo sportello di una credenza potreste trovare un piccolo mondo a misura di topino...


Tornano i topini nelle credenze! Questa, in particolare, ha fatto bella (spero) mostra di sé nel numero di febbraio de Le Idee di Casamia, qualcuno lo ricorda? :) Ed uscendo a febbraio, quale tema migliore di S. Valentino?
La credenza è in scala 1:12 ed è in legno (misura 7x8 cm)... l'ho dipinta e invecchiata per dargli un aspetto un po' vissuto. I topini e le miniature all'interno sono in pasta di mais.


Venite più vicino per vedere quali topini abitano nella credenza?
Lui, siccome "love is in the air", ha pensato bene di dare l'insetticida come Sheldon Cooper* e poi si è fatto una bella dormita... il suo amore più grande sono i biscotti alla marmellata!
(*su avanti, chi lo ha visto o lo guarda ancora "Big Bang Theory"? Ammettetelo :P )


Anche i piattini sono in pasta di mais, fatti con il mio solito stampo autoprodotto. E ho fatto io anche i mini libriccini, con la carta da scrapbooking :)
Loro due, invece, lo sentono l'amore nell'aria... dite che il topino riuscirà a far colpo sulla sua Valentina?


Ultimo particolare... il vaso con le rose. Mi piace sempre mettere i fiori nelle credenze, sa molto di "casa":


Ecco, ora vado a richiudere la credenza così i topini se ne stanno indisturbati... noi ci rivediamo la prossima settimana, precisamente il 13.
Perché il 13? Perché alla Bottega piace fare sorprese per le ricorrenze... ;)

martedì 28 aprile 2015

Goldfish Mermaid

Le creature della Bottega prendono molto sul serio i nomi e le parole... per esempio: questa sirena, che ha la coda di un pesce rosso, si è ricoperta di piccole scaglie d'oro per rendere onore al pesce di che le ha prestato la coda. "Goldfish" appunto :)


Ha anche uno sguardo piuttosto pensieroso, non ho ancora capito cos'è che sta pensando però...
La sirena è in pasta di mais e sukerukun, con l'aggiunta della foglia oro. Oltre che sulla pinna, ho messo la foglia oro anche lungo un braccio per renderla più preziosa... diciamo che è la versione cresciuta della principessina di qualche tempo fa! :)


Per la base ho usato conchiglie, iridescent bubble e muschio diverso dal solito, bello piumoso.
Stavolta ho aggiunto anche una collana, semplice filo di cotone indurito con la vinavil.


Le dimensioni... la sirena è alta complessivamente circa 11 cm:


Che dite, vi piace questo stranissimo pesciolino rosso? E poi... cosa starà pensando secondo voi? :)
A prestissimo!

mercoledì 22 aprile 2015

Italia 4x4 - Life began in a garden

"La vita è iniziata in un giardino"... non so chi sia l'autore della frase trovata girellando su Pinterest, ma mi è sembrata perfetta per un post in tema primaverile. Perché, pensandoci bene, la vita re-inizia tutti gli anni in un giardino. 
Quindi, per il post sull'handmade italiano, ho scelto sedici creazioni (e altrettanti creativi) che sanno di fiori, farfalle, creature che si risvegliano e temperature che salgono... oggi è pure la giornata della Terra, più in tema di così! :D

"Un uomo può uccidere un fiore, due fiori, tre… ma non può fermare la primavera"
[Mahatma Gandhi]


- Ciondolo dama dei fiori in pasta polimerica di K.E.'idea
- Ciondolo in vetro e petali di fiore di Lamerti
- Ciondolo Maria Antonietta in pasta polimerica di Le Creazioni di Franzin
- Borsa di Purse - Moi

Un quartetto tutto in rosa... dalla delicatissima damina di Lita, che usa toni leggeri che contribuiscono a "formare" il suo stile, fino alle borse di Purse - Moi. Che, per informazione, ha anche una linea di collane con pendente a borsellino che sono una delizia.
Francesca/Franzin è in fase di evoluzione: pur mantenendo il proprio stile è riuscita ad aggiornarlo e migliorarlo, cosa non sempre facile anche solo da decidere e non solo da mettere in pratica.
Lamerti è Martina Angius, italiana in prestito alla Francia che sta cercando aprire un atelier a Parigi dove mostrare i suoi bijoux che uniscono fiori e vetro, tramite le tecniche della vetrata.

"Ci sono delle piogge primaverili deliziose in cui il cielo sembra piangere di gioia"
[Paul-Jean Toulet]



- Illustrazione tratta da "Amelia che sapeva volare" di Daniela Volpari Illustartion
- Bambola in pasta polimerica della linea Precious Gothic Dolls di Nuvole di Panna
- Bambola in porcellana fredda di Elisabetta Mazzella
- Collana con perle con tecnica del quilling di Ombretta Banfi - Vasariah creations

E stavolta viriamo sull'azzurro... l'azzurro delicato sul vestito della bimba di Elisabetta, che fa delle bambole meravigliose con una pasta che conosco molto bene. Questa è, la momento, la mia preferita! La piccola nuvoletta, invece, è di Luce di Maggio, che è riuscita a dare un'impronta personalissima e pulita (e la pulizia del lavoro nelle polimeriche fa la differenza) ai suoi personaggi. Dolci come la panna appunto :)
Il quilling è una tecnica forse meno conosciuta ma che può dare incredibili risultati... io sono ancora imbambolata davanti alla perle che riesce a "costruire" Ombretta con la carta!
Daniela Volpari credo possa essere definita artista senza nemmeno pensarci. L'illustrazione che ho preso in prestito fa parte dell'omonimo libro "Amelia che sapeva volare", scritto da Mara del Corso e da lei illustrato (edizioni Giralangolo)... è uscito il 26 marzo in libreria!

"La primavera non è primavera se non arriva troppo presto"
[Gilbert Keith Chesterton]



- Mini casette uccellini con spirale portafoto, in creta, di Cretaluna
- Anelli con piante in pasta polimerica di Indaco Art Studio
- Targhette con farfalle in porcellana fredda di Le Cose di Beli
- Spiritello in pasta polimerica di Fairymary Jewels

Allora, io vuole la casetta con l'uccellino. Ecco. E anche tutto quello che c'è sulla pagina di Cretaluna (anche il nome è bello!). Beli, Belinda, è una delle irriducibili della pasta di mais: bellissimi i suoi fiori anche, per non parlare della bambole!
Maria Rosaria, oltre ad ospitare meravigliosi folletti, crea bijoux che sanno un po' di fiaba e di magia... da vedere, senza ombra di dubbio.
Quei tre anelli sono perfettamente in tema con il post: piccoli giardini da indossare. Martina, la loro mamma, è un'ottima miniaturista e doll maker anche... sa fare le bjd in porcellana *_*

"E venne un momento in cui il rischio di rimanere chiusi in un bocciolo era più doloroso del rischio di sbocciare"
[Anaïs Nin]


- "Qualcosa di dolce", illustrazione di Blackbanshee
- Minion Emilio in stoffa di MyCuddle
- Ciondolo in pasta polimerica imitazione legno di Eala's Jewels
- Ciondolo in argento e agata di Silver Passion Lab

Quattro persone che ho trovato da pochissimo e che già adoro... Blackbanshee potrei anche non commentarla perchè... perchè wow! L'atmosfera è quella delle leggende, con un modo di interpretarle splendido a mio parere. Stessa storia per Emilio e tutti i suoi morbidi, ecologici amici... MyCuddle ha, dietro, Marta. Che viene dalla Polonia ma sta a Milano, quindi è comunque dei nostri :P
I ciondoli che ho scelto per questo quartetto hanno, alle spalle, due pagine fb con meno iscritti di quanti ne meriterebbero. Lavorare l'argento in quel modo è parecchio degno di nota, così come lo è usare le paste come fa Eleonora... hanno entrambe tanto da raccontare attraverso le mani :)

E ora un intruso dalle lunghe orecchie, il coniglietto del RabbiTea Shop! Che si occupa di tè artigianale, una sorta di handmade mangereccio ma pur sempre handmade nella filosofia. Al momento hanno tre miscele disponibili sul negozio Etsy. Io ho provato il BlackRabbit con scaglie di cioccolato bianco, una goduria... quindi, seguite il coniglio! :D

mercoledì 15 aprile 2015

Topini e bonsai... e qualche anticipazione

"Ma sei sicuro che resti piccolo così? E se provassimo a dargli un po' più da bere? Guarda... ho anche l'annaffiatoio!"

Perché per un topino un albero non può essere piccolo. Se è piccolo è solo perché qualche bipede smemorato non gli ha dato abbastanza da mangiare. 


Ultimamente sto provando diversi soggetti nuovi e il mini bonsai fa parte del gruppo... e poi dovevo usare a ogni costo il meraviglioso mini annaffiatoio a misura di topo preso a Miniaturitalia (e ne ho pure un altro, ecco)!
Topino e bonsai sono in pasta di mais, mentre il vaso è in ceramica.
A dire la verità il vaso altro non è che una scodella 1:12, ma la forma era troppo "giusta" per non farne un uso alternativo!


Il ciliegio bonsai è circa 2,5 cm, anche se non vi assicuro che rimarrà così... a forza di dargli da bere, il topino lo farà diventare altissimo! :D


E loro? Loro sono progetti e commissioni alle quali sto lavorando... in Bottega svolazzano allocchi, saltellano conigli nasoni e minuscole chiocciole da corsa attendono la propria fatina.
Nel frattempo ho pure trovato un paio di paste nuove da provare...


Insomma, ne vedrete delle belle. Spero.
Intanto la prossima settimana non perdetevi il 4x4 di aprile, tutto primaverile... a prestissimo!

mercoledì 8 aprile 2015

Bulldog in miniatura

Quando sono partita per Miniaturitalia, oltre che un esercito di topini (erano quarantasei quest'anno), si sono infilati in valigia anche questi due tipi qui: bulldog. Uno inglese e uno francese, per essere internazionali.
Il bulldog inglese, con quel suo muso un po' imbronciato che a me fa troppa simpatia... la mia è una femminuccia: 


I cagnolini sono divertentissimi da modellare! Entrambi i cani sono in pasta di mais. Anzi, in realtà non è esatto perché l'impasto è fatto con amido di riso.
Da tempo volevo provare la pasta con questo amido... ne è risultato un impasto bianco e ben modellabile, che fa risaltare i colori messi nella pasta fresca. Mi piace per questo tipo di lavoro, anche se per fate e sirene il colore "spara" un po' troppo per i miei gusti (sono noiosissima con i colori purtroppo). In ogni caso... impasto promosso!
Secondo cagnolino... un bouledogue francese, più piccolo e snello ma con un musino che... :3


I cani a pelo corto si prestano piuttosto bene ad essere miniaturizzati e questi, con tutte le loro pieghe e pieghette, anche di più.
Le copertine sono di stoffa incollata a una sfoglia di pasta, quindi sono base rigide su cui i cagnolini stanno solo appoggiati e dalle quali si possono togliere visto che stanno in piedi da soli.
L'altezza è di 3 cm circa:


Che dite, ho superato la "prova cani"? :D Ultimamente mi sono accorta di avere una gran voglia di provare anche altri animali come soggetti... magari una volpe... riusciranno i nostri eroi o falliranno miseramente nel tentativo?
A prestissimo!

mercoledì 1 aprile 2015

Cinderella

"Ma non l'avevi già fatta?" vi chiederete voi (giustamente). 
Sì, ma prima che uscisse il film al cinema... e che vedessi per bene quel vestito. E quindi eccola qua, Cinderella con il vestito del ballo... comprese tutte le sue pieghe, contropieghe, sottogonne e farfalline:


Cenerentola è interamente in pasta di mais, compreso vestito e base. Per la gonna ho usato anche dei "teli" di sukerukun per rendere meglio alcune parti del vestito.
Credo sia il più complicato che abbia mai fatto... ho dovuto modellare a parte ogni singola piega e poi connetterle tutte insieme direttamente sulla signorina. Credevo di perdermi fra le pieghe!
Altro che "sei metri di velo, colore del cielo", la Fata Madrina si è fatta prendere la mano!


Sulle parti in sukerukun ho spolverato dell'ombretto, in modo da dare la perlescenza... non vi dico come erano ridotte le mie mani alla fine. Vedo brillare qualcosa sulle dita anche ora mentre scrivo o__o


Un po' di particolari e le dimensioni... Cenerentola è alta circa 11 cm.
Sullo scollo, anche se non si notano troppo, ci sono anche tutte le farfalline del vestito originale, in tre colori (sì, sono fuori di testa... ma tanto mi conoscete, no?). Una farfallina dorata sta anche sulla scarpetta di cristallo.


Che dite, ha un qualcosa della Cinderella del film? Anche se è più "a modo mio" che somigliante?
A prestissimo!