Benvenuti in Bottega, il piccolo laboratorio che ho aperto per condividere le mie passioni: la pittura e la pasta di mais. Dai miei pasticci nascono le creaturine della Bottega: fate svolazzanti (attenzione, abbassate la testa), sirene, creature magiche e piccoli animaletti. Qui c'è sempre una gran confusione, quindi non spaventatevi se vedete passare un topino o una chiocciola... siamo tutti un po' matti! Però tutti con una fiaba da raccontare :)
Buona passeggiata!

lunedì 29 giugno 2015

La melodia del carillon - Ballerina

Sareste così gentili da dare qualche giro di chiave al carillon di questa minuscola ballerina? Le piacerebbe molto poter danzare :)


Lo so, avevo detto che avrei pubblicato il 4x4 ma, non essendo ancora completo, vi mostro uno dei - piacevoli - motivi che mi ha fatto saltare il post della scorsa settimana.
Avevo già fatto un'altra ballerina del carillon, qualche tempo fa (nel 2011... un po' più di "qualche") ma non mi è dispiaciuto affatto modellare questa sua sorellina per una commissione.
Fata e rose sono in pasta di mais, con aggiunta di sukerukun per la parte anteriore del vestito.
La novità è che... il carillon funziona davvero!


Forse ingrandendo le foto si notano... la ballerina ha tanti minuscoli fiorellini perlati sul corpetto e delle farfalle in sukerukun che le svolazzano sul vestito...



Le dimensioni... la ballerina è alta 6/7 cm circa:


Che dite? Sono un pochino migliorata rispetto alla prima ballerina?
A prestissimo!

giovedì 18 giugno 2015

Una chiocciola da corsa (e un nome)

Sapete qual è il mezzo di trasporto preferito dalle fate? La chiocciola. 
Sì, avete letto bene... un tipo di chiocciole tutt'altro che lente, chiocciole da corsa con un ottimo senso dell'orientamento. Provate a guardare fra le piante del balcone, si riconoscono bene perché hanno sella e finimenti... e, ovviamente, la loro minuscola fatina :)


Fatina, chiocciola e base sono in pasta di mais, mentre il guscio è vero.
Non fatevi ingannare dalla chiocciola, però: la fata è la sorellina di quella minuscola postata qualche tempo fa... 2 cm scarsi.
Avevo detto che mi sarebbe piaciuto farne una sorta di serie e che ero alla ricerca di un nome che le identificasse... mi avevate anche dato una mano per trovarlo :) Alla fine ho deciso di chiamarle lu dì, ovvero "gocce di rugiada" in cinese. Dietro suggerimento di Dany (grazie grazie e ancora grazie!), perché a un nome del genere non avrei mai pensato! Però suona bene all'orecchio e poi è piccolo piccolo anche il nome, come le fate.  


Era tanto che non facevo una fatina a cavallo della chiocciola, mi mancavano le lumache :D


La foto per le dimensioni...


... e ora largo che la chiocciola si mette a correre!
Voi che ne pensate: le lu dì possono entrare a far parte della Bottega?
A prestissimo (con il 4x4 di giugno)!

venerdì 12 giugno 2015

La Bottega alla conquista di un... catalogo d'arte

Sì, avete letto bene. E sì, sarà un post ad alto contenuto zuccheroso quindi poi non mandatemi le parcelle del dentista... io vi ho avvertito in anticipo! :D
Qualche mese fa mi si è presentata l'occasione, meravigliosa, di finire su un catalogo artistico. Quelli che si trovano nelle gallerie e nei provveditorati, avete presente? 
Per essere precisi, l'occasione è arrivata sotto forma di due persone: la prima è Luce di Nuvole di Panna, che ha fatto il mio nome quando si è trattato di inserire fra pittori, scultori e poeti anche dei creativi. La seconda è il presidente dell'associazione Melograno Art di Taranto, Letizia Lisi, che ha curato il catalogo.
Ancora non ho trovato le parole più giuste per ringraziarle, spero che i miei grazie balbettai abbiamo reso un po' l'idea!
Inutile dire che non ho colto l'occasione, mi ci sono proprio tuffata di testa! E stamani eccolo qui... Jonio, Giardino Incantato...


E verso pagina 200 eccomi, anzi eccoci, qua. Anche se, al momento, la mia espressione è un tantino più ebete e beata di quella della foto e credo che tale rimarrà per tutto il giorno.
Per l'occasione son riuscita a scrivere anche una presentazione quasi seria. Quasi, perchè proprio seria non sono riuscita a essere lo stesso:


Nel catalogo sono presenti anche altri creativi, la stessa Luce ma anche Maria Rosaria di Fairymary Jewels e Tiziana di Stranamenteio... insomma, oltre che la soddisfazione (grandissima) personale anche quella di aver visto l'handmade fare la sua comparsa insieme alle arti "maggiori" :)
E qui mi fermo, altrimenti altro che carie ai denti... il diabete vi faccio venire!

lunedì 1 giugno 2015

Cenerentola... sul rocchetto

- Fatina... e le scarpette di cristallo?
- Topina mia, va bene che hai delle zampe piccolissime, ma son pur sempre zampe... ben poco adatte alle scarpe da ballo!


Non è che questa piccola Cenerentola (o Toporentola) sia proprio convinta di quello che ha detto la Fata Topina, però... :D
Questa minuscolo spicchio di favola fa parte di un evento a tema fiabe, un up collettivo su Facebook che avrà luogo il 4 giugno alle 21.00. Trovate l'album e il regolamento QUI, nel caso aveste voglia anche solo di dare una sbirciata alle creazioni proposte. Ovviamente sarà presente anche il rocchetto, pronto ad essere adottato :)


Cenerentola e la Fata sono in pasta di mais, così come il terreno che vedete sul rocchetto. La carrozza, invece, è un charm ridipinto e reso più... più carrozza, ecco.
Rocchetto e spillo sono veri, a dimensione naturale.


Sulla carrozza c'è un minuscolo cristallo a impreziosirla e il diadema della topina è fatto le microsfere, le più piccole che ho trovato nella confezione. Durante la ricerca ne sono saltellate via un certo numero che probabilmente rispunterà mese prossimo...
Per fare tutto questo ho sfruttato la mia nuovissima lente da tavolo che mi ha risparmiato la perdita delle (poche) diottrie rimaste!


Le dimensioni... i topini sono alte circa 1 cm, mentre il rocchetto è di 3 cm (5 se si considera anche la carrozza):


Quindi... 4 giugno, 21.00... sarà un pezzo unico, perchè di carrozze così ne avevo una sola!
A prestissimo!

giovedì 28 maggio 2015

Profumo di tè

Come attirare una fata:
1. Preparate il tè, preferibilmente accompagnato da qualcosa di dolce.
2. Lasciate un fiore, quello è sempre un regalo molto gradito alle fate (e non solo).
3. Attendete... una creatura alata arriverà sicuramente per ringraziarvi di quella piccola attenzione :)

[4. Opzionale - se avete in casa dei topini, teneteli lontani dai dolci o non ne resteranno per le fate!]


Oggi c'è una fatina piuttosto romantica in Bottega :)
Si tratta di una commissione e gli elementi principali dovevano essere la teiera, i cupcake, il bianco e il rosa con una punta di argento... e questo è il risultato.
La fatina è in pasta di mais, così come i cupcake e i fiori, mentre per la teiera ho usato la La Doll che fa molto più effetto ceramica e rimane durissima e leggera. La base è un disco di legno impreziosito da alcune strisce di pizzo.


Mi sono divertita moltissimo con questa fata, c'erano tanti elementi con cui poter giocare. E ammetto di essere molto soddisfatta di come è venuto il viso.


Le dimensioni... l'altezza complessiva è di circa 9 cm:


E voi, che ne pensate di questa signorina in rosa? E, soprattutto, lo avete messo su il tè per le fate (rinchiudendo i topini)?
A prestissimo!

mercoledì 20 maggio 2015

Il vincitore è...

... *rullo di tamburi* ... il mio compagno di swap a cui toccherà prendersi in carico due pesti baffute e affamate è il partecipante n. 19

Raffaella Carrozzini

Ora la responsabilità dei due topini tocca a te :D 
Vi lascio le schermate dell'estrazione, però prima vorrei ringraziare tutti coloro che hanno partecipato. Mi sono arrivati auguri meravigliosi, simpatici e perfino dal vero... non ho risposto sul post solo per non far confusione (perchè so che avrei fatto un macello nel riassegnare i numeri, dopo). Insomma, grazie per aver festeggiato insieme al blog :)



Dimenticavo... da domani ricominciano i post "normali"... se di normale c'è qualcosa qui :D

mercoledì 13 maggio 2015

Sette anni di blog - regalo di compleanno

Il 13 maggio 2008, nasceva la Bottega.  
Il 13 maggio 2015 la Bottega è ancora qui, dopo aver accumulato quasi 900000 visite, 431 post, non so bene quante strambe e buffe creature e ben sette anni... di guai, per voi che leggete :P, e di divertimento, per me che scrivo.
Inutile ripetersi come tutti gli anni con i ringraziamenti, tanto sapete di chi sia il merito di questa lunga vita del blog: mio poco, vostro parecchio. Quello che si ripete, invece, è il mio modo di dirvi "grazie"... quindi prendete una fetta di torta (che non manca mai, sennò che compleanno è?), un bicchiere di spumante e... la possibilità un regalo :)


Come le altre volte, si tratta di un piccolo swap, ovvero di uno scambio simbolico. Io offro la mini credenza con i topini, il mio compagno di swap in cambio mi manderà... quello che vuole, qualsiasi cosa pensa che possa piacermi: un oggetto fatto a mano, ma anche acquistato, un biglietto... qualcosa che possa essere spedito con una semplice prioritaria. Mi raccomando: basta il valore simbolico, non occorre niente di costoso!

Quindi, per partecipare:
* Lasciate un solo commento a questo post. Se non siete registrati a blogger non importa, basterà firmare il commento e darmi una mail di riferimento.
* Le iscrizioni chiuderanno martedì 19 maggio a mezzanotte. Mercoledì 20 maggio estrarrò un nominativo, che sarà il mio compagno di swap.

A chi andrebbe di ospitare queste due piccole pesti bianche e nere? :)
Intanto... un'altra fetta di torta prima che i topini facciano man bassa?

giovedì 7 maggio 2015

Credenza 1:12 - Love is in the air

Chi, coraggiosamente, segue le vicende della Bottega sa che qui le cose, spesso, non sono come sembrano. E che l'oggetto più comune può riservare sorprese inaspettate.
Per esempio, se aprite piano piano lo sportello di una credenza potreste trovare un piccolo mondo a misura di topino...


Tornano i topini nelle credenze! Questa, in particolare, ha fatto bella (spero) mostra di sé nel numero di febbraio de Le Idee di Casamia, qualcuno lo ricorda? :) Ed uscendo a febbraio, quale tema migliore di S. Valentino?
La credenza è in scala 1:12 ed è in legno (misura 7x8 cm)... l'ho dipinta e invecchiata per dargli un aspetto un po' vissuto. I topini e le miniature all'interno sono in pasta di mais.


Venite più vicino per vedere quali topini abitano nella credenza?
Lui, siccome "love is in the air", ha pensato bene di dare l'insetticida come Sheldon Cooper* e poi si è fatto una bella dormita... il suo amore più grande sono i biscotti alla marmellata!
(*su avanti, chi lo ha visto o lo guarda ancora "Big Bang Theory"? Ammettetelo :P )


Anche i piattini sono in pasta di mais, fatti con il mio solito stampo autoprodotto. E ho fatto io anche i mini libriccini, con la carta da scrapbooking :)
Loro due, invece, lo sentono l'amore nell'aria... dite che il topino riuscirà a far colpo sulla sua Valentina?


Ultimo particolare... il vaso con le rose. Mi piace sempre mettere i fiori nelle credenze, sa molto di "casa":


Ecco, ora vado a richiudere la credenza così i topini se ne stanno indisturbati... noi ci rivediamo la prossima settimana, precisamente il 13.
Perché il 13? Perché alla Bottega piace fare sorprese per le ricorrenze... ;)