Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2012
Benvenuti in Bottega, un piccolo laboratorio che ospita fate svolazzanti (attenzione, abbassate la testa), sirene, creature magiche e minuscoli animali. Qui c'è sempre una gran confusione, quindi non spaventatevi se vedete passare un topino o una chiocciola... siamo tutti un po' matti! Però tutti con una fiaba da raccontare.
Buona passeggiata!

Se desiderate adottare una creatura o ne volete una su commissione, creata appositamente per voi, per informazioni su tecniche e materiali oppure semplicemente per lasciare un saluto e fare quattro chiacchiere... mi potete contattare su soniacacioppi@alice.it
Sarò felice di rispondere :)

Topini dal mondo - Olimpiadi

Immagine
Dato che il 2012 è l'anno delle Olimpiadi di Londra, anche i topini si son fatti prendere dallo spirito olimpico! Solo che sono più interessati al lato "mangiereccio" delle Olimpiadi, piuttosto che allo sport e, infatti, sono andati alla scoperta dei cibi delle varie nazioni! :D
Topini e cibi sono, come al solito, in pasta di mais... vi presento le prime quattro nazioni...

Cina: involtini primavera, ravioli al vapore e riso alla cantonese.
"Ho talmente tanta salsa addosso che sembro un'involtino anch'io!"

Messico: tortillas.
"Tu ce lo vuoi il pomodoro?"

Austria: Sacher torte.
"Provala: è davvero da leccarsi i baffi!"

Inghilterra: tè e muffin.
"Mi sa che ho mangiato troppo, mi è presa un pochina di sonnolenza... zzz... "

Una foto di gruppo con la moneta da un euro... i topini sono tutti "lunghi" 1,5 cm circa:

Che cosa ne pensate del nuovo tema toposo? I cibi rendono un pochino l'idea? E soprattutto... qualche idea per le …

Vintage Rose Circus: Oro

Immagine
Cosa si può fare con un bracciale, un cubo di legno e un paio di rose? Ma è semplice: la scenografia per uno spettacolo da circo, almeno quando si è alti un palmo :D
Quindi, signori e signore, mettetevi pure comodi mentre vi presento una fatina pagliaccio romantica e dal gusto un po' retrò... va ora in scena il Rose Circus:

Ecco, questo succede quando ci si ritrovano in mano dei bracciali XD Non saprei dire perché, ma questo dorato era perfetto per una fata pagliaccio, era il "suo".
Lei dovrebbe essere la prima di una serie di tre fate ispirate al circo... nella mia idea dovrebbero arrivare altre due componenti del Rose Circus, una con base argento e un'altra bronzo. Ho già idee e colori in testa, spero solo di farcela!

La fatina e le rose sono in pasta di mais... per la fata ho usato la mia solita pasta, per le rose quella con l'aggiunta di polvere di ceramica... specie in questo contesto l'effetto mi piace di più.
La base è un cubo di legno decoupato (ci ho prov…

Sakura Fairy

Immagine
A voi piacciono i ciliegi in fiore? Secondi me sono uno spettacolo meraviglioso... e pare che anche le fate apprezzino molto i fiori di ciliegio, specie quando c'è una brezza leggera che li fa muovere, quasi che l'albero respirasse...

La mia fatina simil giapponese è un po' in ritardo, a dir la verità: più che i fiori cominciano a esserci le ciliegie, sugli alberi! Facciamo che mi son presa una licenza poetica? :D
Fata e fiori sono in pasta di mais, come sempre, mentre il vestito della piccoletta è in sukerukun... un disastro metterlo in posa in quel modo!

Dovrebbe essere una giapponesina, anche se gli occhi non sono poi così a mandorla e i capelli sono mossi... è piuttosto semplice, ma ultimamente son più per le cose meno elaborate e per i fiori (e questo mi sa che si è notato XD).

Ultimo scatto per le dimensioni... base compresa è alta circa 8 cm:

E ora due cose ancora... primo: ieri era il compleanno della Bottega, il blog compie quattro anni! E io, da mamma snaturata, non …

Fata della Stella Alpina

Immagine
Una leggenda vuole che la nascita della Stella Alpina avvenga sulle Dolomiti, quando gli Spiriti delle Cose non create iniziarono a dar vita ad alberi, piante e naturalmente fiori. Ogni valle, collina o corso d'acqua aveva il "suo" fiore... tutti tranne la montagna di Lavaredo, troppo aspra e inospitale per poter dare riparo a uno di essi. E la montagna era così sola e triste che si lamentava con la voce del vento e piangeva con tremendi temporali, finché la sua angoscia non arrivò a una fata che viveva da tempo sulle Dolomiti. Fu lei, toccata dalla tristezza della montagna, a prendere una stella del cielo e posarla fra le rocce trasformandola nella Stella Alpina, che tutt'ora nasce e cresce al sicuro nell'abbraccio della montagna...

Ed eccola qua, la fata delle Stella Alpina... o almeno una sua discendente :D che presto si trasferirà da Elena, un'altra pratese come me conosciuta grazie al web... abitiamo vicinissime, abbiamo la stessa passione e se non fosse …