Benvenuti in Bottega, il piccolo laboratorio che ho aperto per condividere le mie passioni: la pittura e la pasta di mais. Dai miei pasticci nascono le creaturine della Bottega: fate svolazzanti (attenzione, abbassate la testa), sirene, creature magiche e piccoli animaletti. Qui c'è sempre una gran confusione, quindi non spaventatevi se vedete passare un topino o una chiocciola... siamo tutti un po' matti! Però tutti con una fiaba da raccontare :)
Buona passeggiata!

venerdì 23 dicembre 2016

Buon Natale!

Non sono sparita, sono solo stata travolta dalla frenesia pre - natalizia. 
E per non rischiare di arrivare tardi, travolti dal vortice delle feste, gli auguri ve li facciamo in anticipo. 
Quindi tantissimi auguri dalla Bottega e da tutti i suoi inquilini: che sia pieno di serenità... e di dolci. Tanti, tanti dolci dicono i topini :D

BUON NATALE!
... e abbuffatevi con moderazione :D


mercoledì 30 novembre 2016

Kintsugi - preziose cicatrici

"Kintsugi" è l'antica tecnica giapponese che significa "riparare con l'oro". Gli oggetti rotti, per lo più di ceramica, vengono riparati unendo fra loro i pezzi e colando oro nelle fratture.
Le cicatrici, rese evidenti e preziose, non sminuiscono il valore dell'oggetto ma evidenziano la sua storia, la sua fragilità e la sua rinata forza.

Come ha detto una persona che stimo molto "Per far sì che tanti frammenti tornino un unico insieme puoi usare qualcosa di fortissimo, rigido ed invisibile che nasconde le fratture agli altri, che non ti fa apparire debole, che ti mostra come regole non scritte vorrebbero che tu fossi, perché certe cose non si dicono, non si fanno, a nessuno piacciono, devi fare finta di essere quello che gli altri potrebbero invidiare [...] oppure puoi prendere ciò che di più bello, caldo, morbido, colorato e brillante hai e usarlo per riempire i vuoti [...] Così infine ci sei di nuovo, pronta non a lottare, ma ad abbracciarti, a volerti bene, ad andare avanti prendendoti per mano".

Ecco, la mia fanciullina ha deciso di ripararsi con l'oro, con tutto ciò che di bello vale la pena tenere :)


La creaturina è in pasta di mais e poggia su un'ametista. L'oro è ottenuto con il pigmento dorato e colato nelle fratture.


E' stato un progetto che mi è molto piaciuto portare avanti anche se non è stato facilissimo "rompere" la bambola. Sì, perché le fratture sono fatte a taglierino a pasta asciutta... le mie dita hanno sudato freddo in più di un'occasione XD


Lato B e capelli:


Un primo piano... l'altezza complessiva è di circa 14 cm, la bambola è di 12 cm:


Sperando che questa tecnica - filosofia sia piaciuta anche a voi :)
A prestissimo!

mercoledì 9 novembre 2016

Harry Potter addicted - Chiocciola

In Bottega è arrivato (con calma è arrivato, eh) un ospite magico direttamente da Hogwarts, portandosi dietro un po' del castello. Letteralmente :D


Perché qui pure le chiocciole sono appassionate della saga di "Harry Potter". Colpa del fatto che hanno ricominciato a trasmettere i film, mi è venuta voglia di fare qualcosa a tema. E anche di rileggermi i libri, ma tenterò di resistere.
La chiocciola e l'ambientazione sono in pasta di mais, mentre il guscio che ho usato è vero.
Ho inserito anche un minuscolo Boccino d'oro e un calderone ribollente pozione... quale pozione non è dato saperlo, la chiocciola non si decide a dir niente.


Sulla mensola che ho messo al guscio ci sono delle minuscole boccette (perline, alle quali ho aggiunto il tappo) e piuma e calamaio. La piuma è vera, ritagliata a misura:


Le dimensioni: la chiocciola è lunga circa 3,5 cm e alta 3 cm.


Può andare come chiocciola Potteriana? Ma soprattutto, chi ha la mia stessa insana passione per questa saga? XD
A prestissimo!

venerdì 28 ottobre 2016

Dracula, il ritorno - topino di Halloween

E' lui, è tornato!

"Fono l'ofcuro fignore della notte, fono il conte Dracula di Tranff... Tranfrfff... Tranfrfffrff!!!"

E dategli una mano, altrimenti staremo a sputacchiare Transilvanie fino ad Halloween...


Come ogni Halloween, tornano zucche e topini che si travestono, sperando di essere spaventosissimi. I risultati non sono sempre all'altezza delle loro aspettative, ma è un dettaglio trascurabile.
Topino, zucche, candele e teschio sono interamente in pasta di mais :)
Un primo piano di questo Dracula fuori dal comune... ha pure i dentini, eh:


E anche della zucca e del teschio. Adoro fare le zucche, mentre non pensavo di divertirmi pure con il teschio!


Le dimensioni: il topino è alto circa 1,5 cm come al solito.


Che dite, vi siete spaventati nel vedere questi sputacchiante Conte Dracula di Tranfrfff... quella, insomma?
A prestissimo!

mercoledì 19 ottobre 2016

Materiali: cosa e dove? - Negozi creativi

Talvolta mi arrivano mail e messaggi in cui mi viene chiesto dove trovo determinati materiali creativi perché, diciamocelo: non è mica facile trovarne alcuni. Provate a presentarvi in un negozio e chiedere di uno sgarzino, quasi sicuramente ci sarà da farsi una risata!

Ho pensato di fare una piccola raccolta dei miei fornitori preferiti, i negozi on line che non esito mai a consigliare per la professionalità e la serietà che dimostrano ogni volta i loro gestori.
Io ho inserito i link diretti ai negozi specificando che tipo di materiale è possibile trovare, ma ne hanno molto altro oltre a quello che ho riportato... spulciate bene :D


- Hobby&Art - materiali per ooak doll, porcellana fredda
Patrizio è stato il primo (e per un certo periodo anche l'unico su suolo italiano) "spacciatore" di materiale per ooak doll. Da lui è possibile trovare paste modellabili (Super Sculpey e Prosculpt), tibetan lamb, occhi e materiale per occhi, strumenti quali bulini e sgarzini, ali, tubicini di sostegno, genesis, angelina film e molto altro. Per chi usa la pasta di mais, anche venatori per fiori, colla e perfino il mitico porcellanizzatore.


- Gugapluff - paste modellabili, materiali per bijoux, porcellana da colata
La mitica tartaruga gestita da Eleonora e Lucia che tratta una vastissima gamma di paste modellabili comprese la Darwi e la Milliput, la porcellana da colata, le ampolline di vetro e una varietà incredibile di minuteria per bijoux. Basi, catene, charms... ecco, loro ce l'hanno!


- Le Bimbì - paste modellabili, materiali per bijoux, resina
Anche da Elisa potete trovare praticamente tutte le paste modellabili (pensatene una... lei ce l'ha!), comprese Prosculpt e Sukerukun, oltre che alcuni materiali per bambole quali i tubicini di sostegno e gli occhi.
Ha pure microsfere e iridescent bubble, le ampolle di vetro e tantissimi materiali per bijoux, più un vasto assortimento di resine per vari usi.


 - Make your style - ampolle di vetro, materiale per bijoux, paste modellabili che asciugano all'aria
Trovata in fiera al Florence Creativity e mai più abbandonata, Giada ha il più vasto assortimento di ampolle di vetro che abbia mai visto. Da segnalare anche il fatto che ha diverse paste che asciugano all'aria come LaDoll, Hearty, Grace e Puffy Mermaid.

Un'ultima aggiunta, per chi cerca capelli per bambole. Riporto anche due venditrici su Etsy dalle quali non ho acquistato personalmente, ma che so per certo essere professionali e affidabili. Hanno del materiale splendido.

- TreasuresDolls - Veronika ha capelli in viscosa e seta, di varie lunghezze e moltissimi colori. Da lei è possibile trovare anche gli occhietti.

- La Fiaba Russa - Oksana ha soprattutto tibetan lamb e mohair, fibre naturali in generale. I colori lasciano senza fiato.

Ecco, questi sono i miei spacciatori preferiti, magari possono essere informazioni utili anche per altri :) E voi, creativi all'ascolto, avete negozi ai quali siete affezionati?
A prestissimo!

lunedì 10 ottobre 2016

Astrid - Fata delle rose e delle brina

La creaturina in costruzione non è più costruzione e ha trovato il suo posto, diventando un freddoloso spirito delle rose e delle prime brine.


A dirla tutta, tanto freddolosa non è visto l'abbigliamento disinvolto nonostante la stagione... son più freddolosa io!
La fata e le rose sono interamente in pasta di mais, con capelli in tibetan lamb e ali made in La Bohemien (che mi ha rifornito di coloratissime farfalline :3).


Ho provato a portare avanti il filone fatato che ho iniziato con Blue Moon (la ricordate?), con una sorta di personificazione della rosa. Come nel caso della fata precedente, mi sono ispirata a una varietà di rose realmente esistente: la Astrid Grafin Von Hardenberg. Nome altisonante, eh? :D


Le dimensioni... l'altezza complessiva è di circa 11 cm:


Probabilmente vi toccheranno altri spiriti delle rose, le varietà sono taaante!
A prestissimo!

giovedì 29 settembre 2016

W.i.p - Storia di una (futura) fata

Sì, ho un po' di ritardo dall'ultimo post pubblicato ma sono stata alle prese con commissioni e progetti che non devono essere svelati se non alla fine.
E allora, per una volta, perché non svelare un po' di più il dietro le quinte? Un w.i.p., un work in progress di una fata non ancora finita.
Chi segue la Bottega su Facebook, è già a conoscenza del mio dilemma iniziale: la testa ce l'ho e ora che cosa ci faccio?


Di solito, inizio con il progetto già in testa ma mi capita pure di modellare una testolina così, senza la più remota idea di cosa farla diventare. In questo caso ho optato, anche grazie a vari suggerimenti, per una fata. E quindi, armatura!


Ultimamente mi sono convertita alle armature, mai usate fino ad ora. Solo stagnola ricoperta di scotch di carta e legno, che mi aiutano ad avere una base solida su cui aggiungere pasta... e di lanciare meno "maremme" assai fantasiose a causa della pasta che si deforma sotto le dita -.-


Al momento la signorina è a questo punto (ho consapevolmente tagliato il mio scandaloso piano di lavoro, nel caos più totale):


La prossima volta la vedrete finita, quello che diventerà lo tengo nascosto ancora un po' :D
Intanto, che dite: cresce bene?
A prestissimo!

giovedì 8 settembre 2016

In fondo al mar - Lumachina di mare

In fondo al mar, in fondo al maaarrr...

Sono almeno venti minuti che la canzoncina mi rimbalza in testa, credo che resterà lì per giorni. E la lumachina me la canta pure, dispettosa!


A me le chiocciole stanno simpatiche. Tutte: che siano di mare o di terra, grigine o giallo fosforescente mi ispirano un sacco di simpatia.
Quindi, perché non portare sul blog una lumaca di mare? Ed eccola qua, per onorare (spero) il guscio che Loredana mi ha regalato :)
La chiocciola è in pasta di mais, così come le decorazioni sul guscio. Le alghe sono vero muschio e anche la sabbia sulla base è verissima e, ahimè, ancora saltellante per il pavimento.


Sul guscio ho messo dei minuscoli anemoni di mare, fatti grazie a uno stampo autoprodotto. Quello dei broccoli. Per i broccoli in miniatura non è eccezionale, ma usato in maniera alternativa è ottimo!


Le dimensioni: il guscio è di circa 1 cm. Se guardate bene gli occhietti della lumachina, vedrete che sono opalescenti :)


E ora ditemi... è entrata anche a voi la canzoncina in testa?? :D
A prestissimo!

P.S. Se guardate verso destra, lì dove c'è il contatore delle visite, vi accorgerete che la Bottega ha superato il traguardo del milione... ho una coda di pavone tale che mi fa ombra, lo ammetto XD

martedì 30 agosto 2016

Arriva l'autunno: il topino e le zucche

Sottotitolo: di come fummo costretti a cambiare il menù della cena in fretta e furia. Difficile contraddire il topino.

"Non possiamo metterla nella zuppa. Mi guarda... è viva!"


Agosto non è ancora finito e parlo già di autunno. E' che mi piace giocare d'anticipo per non arrivare troppo in ritardo!
Topino e zucche sono in pasta di mais, mentre la cassetta è davvero di legno. Legno di balsa, tagliato e incollato a misura di topino :)


Oltre alla voglia di autunno, c'era anche quella di apportare qualche modifica al modello dei topini. Una prova per vedere l'effetto che fa, senza tuttavia abbandonare le mie solite pallette pelose. Quindi guance più evidenti, musino aggiunto con pasta color carne anziché dipinto... forme più "topesche", ecco.
Magari potrei abbinare questo nuovo aspetto a quello usuale dei topoli, che non voglio abbandonare in ogni caso.


Le dimensioni, sempre le solite... il topino è alto circa 1,5 cm.


Che dite, topino promosso o bocciato?
Prima di andare a preparare la cena zucca free, una piccola novità: quella grulla della Sonia è sbarcata anche su Instagram; così, per non farsi mancare niente. Per chi volesse passare, mi trovate QUI.
A prestissimo!

lunedì 22 agosto 2016

Ursa Minor

D'estate è più facile avere occasione di guardare il cielo notturno. Magari al buio, quello vero, quello che ti rende possibile vedere quanto poco spazio resti fra una stella e l'altra.
E provare a cercare la Stella Polare, e l'Orsa Minore.


Sì, sono tornata :D Però no, non sono esperta di stelle e costellazioni, affatto: riesco a trovare l'Orsa Maggiore e l'Orsa Minore partendo da lei e poi mi impantano miseramente.
Però la magia di queste due costellazioni la sento lo stesso e ho provato a dar forma alla sorella più piccina.
Fata e cielo stellato sono in past di mais, dipinti con acrilici. Solo le ali sono in sukerukun.


L'idea di fare questa costellazione mi frulla in testa da mesi, anche se il progetto è cambiato infinite volte. Per esempio, ho continuato a ritoccare le stelle che formano l'Orsa sul corpo della fata: una volta erano più piccole, quella dopo erano fatte con minuscoli strass. La volta dopo ancora gli strass erano spariti per lasciare spazio a una linea dorata che unisce le stelle, ho lasciato evidente solo la Stella Polare sulla fronte.


La speranza è di poter fare anche l'Orsa Maggiore, magari più adulta. Vedremo :)


Le dimensioni... l'altezza totale è di circa 8 cm. Non è delle più piccole che abbia fatto, ma volevo lavorarci un po' più comodamente stavolta!


E con questa fatina molto estiva, la Bottega riapre ufficialmente :)
A prestissimo!

P.S. Siamo vicini al milione di visualizzazioni per il blog, manca pochissimo *___*

lunedì 1 agosto 2016

Un matrimonio fatato - commissione

Di tanto in tanto mi capita di lavorare un po' più in grande. Nove volte su dieci si tratta di cake topper... e mi ci diverto come una grulla :D


Alla "mia" sposina piaceva un'idea che avevo già applicato ad un altro topper, un po' romantico e un po' fatato, e questo è il risultato della personalizzazione.
Gli sposi sono interamente in pasta di mais, la base è in legno sempre ricoperta di pasta.


Si è trattato di personalizzare i volti degli sposi (per quanto possibile... sono una frana con le somiglianze, ahimè!), gli abiti e i colori. Il matrimonio avrà il rosa pesca come tono dominante.


Al solito, il vestito della sposa è stato splendido da modellare... e, credetemi, pure quello vero è meraviglioso. Con la sposa dentro pure di più!


Le dimensioni... trattandosi di un cake topper, siamo sui 15 cm circa.


E con questa magica commissione, colgo anche l'occasione di avvertire che la Bottega si prenderà qualche giorno di libera uscita. Un pochine di vacanze, almeno per prendere un po' di fresco che mi fa caaaldo! Non sparirò lo stesso, ma se rispondo in ritardo sarà perché la connessione diventerà un po' ballerina (o perché sarò stesa a pelle d'orso sul letto).
A prestissimo! Tanto su fb continuerò a rompere le pelotas come sempre :P

martedì 26 luglio 2016

Dal Giappone... al ditale

Lo so, lo so... sono un po' sparita, ma succede, talvolta, che le consuete vicissitudini quotidiane diventino un po' meno consuete e si debba ritrovare un punto di equilibrio. Niente di irrisolvibile, eh! :D
Per rimettermi un po' in moto (non è che non abbia fatto niente nel frattempo, è che non l'ho postato), vi mostro un minuscolo viaggio: dal lontano Giappone, con i suoi laghetti, ponti e ciliegi in fiore a un... ditale! Protagonisti del viaggio, una coppia di topini.


Sono riuscita a mettere le mani su questo bel ditale diverso dal solito, così ho provato di nuovo a riempirlo di topi!
I topini e il paesaggio sono interamente in pasta di mais, sul laghetto ho messo uno strato di resina per rendere di più l'idea dell'acqua.


Mi sono molto divertita con il ciliegio, soprattutto con il tronco e l'effetto corteccia. Un po' meno con la ringhiera del ponte, ma ormai avevo deciso che doveva esserci e ringhiera è stata!


Le dimensioni, anche se sono intuibili: il ditale è alto circa 2,5 cm (non è dei più piccoli), tutto il paesaggio raggiunge i 5 cm scarsi:


Ecco, ora vediamo se faccio passare un altro mese per il prossimo post :D
A prestissimo!

lunedì 13 giugno 2016

Like butterflies

“L’arte rende visibile ciò che non sempre lo è” – Paul Klee 
... e l'invisibile prende forma e vola via, come farfalle variopinte...


Riemergo da un periodo di silenzio per cause di forza maggiore. C'è stato di mezzo un matrimonio... non il mio, però! :D
Questa fanciulla è stata fatta in gran segreto per un concorso indetto da Hobby&Art, la mostro ora che le creazioni sono state svelate e preparate per la votazione.
La bambola è in pasta di mais e sukerukun, con capelli in tibetan lamb. L'altezza è di 15 cm (considerando le gambe tese), 19 se si considera anche la base.


Il tema portante del concorso è l'amore per l'arte e, dopo lunghe (lunghissime) elucubrazioni e capocciate al muro, la mia interpretazione si è manifestata così. Con un grazie alla frase di Klee che mi ha fatto accendere la lampadina!


Il lato B, la mio personale cruccio ogni volta che inizio una nuova creatura... stavolta sono contenta di come è venuto. Quasi quasi do una lisciatina con la carta vetrata pure al mio, vedi mai!


Partcicolari: sono riuscita a metterle i dentini, grazie alle dimensioni un po' meno ridotte del solito.


Chi volesse vedere le altre creature in concorso, può andare QUI e fare la registrazione (velocissima, pochi secondi). Dopo saranno visibili le due categorie: BIG ARTIST (io sono lì... non ridete, vi prego) e BUDDING ARTIST.
Se volete, potrete anche votare: dopo esservi registrati cliccate QUI e vi apparirà la scheda. Bisogna dare un voto che va da 3 a 10 a ogni creazione, senza "barare" nel penalizzare i concorrenti a discapito di uno solo, pena l'invalidamento della scheda. Metodo piuttosto giusto, a mio avviso.
Insomma... io ve l'ho detto. Se voterete la fanciulla mi farete felice, a prescindere dal voto :)
A prestissimo!