Benvenuti in Bottega, il piccolo laboratorio che ho aperto per condividere le mie passioni: la pittura e la pasta di mais. Dai miei pasticci nascono le creaturine della Bottega: fate svolazzanti (attenzione, abbassate la testa), sirene, creature magiche e piccoli animaletti. Qui c'è sempre una gran confusione, quindi non spaventatevi se vedete passare un topino o una chiocciola... siamo tutti un po' matti! Però tutti con una fiaba da raccontare :)
Buona passeggiata!

lunedì 10 ottobre 2016

Astrid - Fata delle rose e delle brina

La creaturina in costruzione non è più costruzione e ha trovato il suo posto, diventando un freddoloso spirito delle rose e delle prime brine.


A dirla tutta, tanto freddolosa non è visto l'abbigliamento disinvolto nonostante la stagione... son più freddolosa io!
La fata e le rose sono interamente in pasta di mais, con capelli in tibetan lamb e ali made in La Bohemien (che mi ha rifornito di coloratissime farfalline :3).


Ho provato a portare avanti il filone fatato che ho iniziato con Blue Moon (la ricordate?), con una sorta di personificazione della rosa. Come nel caso della fata precedente, mi sono ispirata a una varietà di rose realmente esistente: la Astrid Grafin Von Hardenberg. Nome altisonante, eh? :D


Le dimensioni... l'altezza complessiva è di circa 11 cm:


Probabilmente vi toccheranno altri spiriti delle rose, le varietà sono taaante!
A prestissimo!

6 commenti:

  1. Bellissima non c'è niet'altro da dire!
    Ciao Betty23

    RispondiElimina
  2. Sììììììì, eccole le prime creature del freddo!
    Da "frigida" quale sono amo questa stagione e le tue fatine che si risvegliano con le prime brine ;)
    Le rose ti sono venute particolarmente bene, brava!

    RispondiElimina
  3. Grazie infinite Greta :3
    Alla fine non dispiace nemmeno a me l'inverno, nonostante sia freddolosa nell'anima :D

    RispondiElimina