Benvenuti in Bottega, un piccolo laboratorio che ospita fate svolazzanti (attenzione, abbassate la testa), sirene, creature magiche e minuscoli animaletti. Qui c'è sempre una gran confusione, quindi non spaventatevi se vedete passare un topino o una chiocciola... siamo tutti un po' matti! Però tutti con una fiaba da raccontare.
Buona passeggiata!

Se desiderate adottare una creatura o ne volete una su commissione, creata appositamente per voi, per informazioni su tecniche e materiali oppure semplicemente per lasciare un saluto e fare quattro chiacchiere... mi potete contattare su soniacacioppi@alice.it
Sarò felice di rispondere :)

Rosa d'inverno - Fata della neve

"Guarda... non è perfetto questo fiocco di neve? Se prometti di meravigliarti ogni volta che ne vedrai uno, te lo dono insieme alla mia polvere di fata... "
E credetemi, è sempre meglio averne un pizzico di riserva ;)


Era un po' che non si vedeva una fatina in Bottega, dovevo rimediare! E per rimediare mi sono lanciata su una creaturina "di stagione", una fata della neve... molto semplice in realtà, ma che mi ha dato un po' di filo da torcere a causa della mia sadica mania di voler fare esperimenti.
In questa creatura ci sono tre paste diverse: le ali sono in sukerukun, l'elleboro in pasta di mais e la fata è un mix di pasta di mais e Hearty clay. Con la stessa pasta ho fatto anche la neve.


La complicazione è stato proprio il mix: la Hearty è una pasta giapponese che asciuga all'aria, bianchissima e leggera come una piuma. Deve esserci qualche tipo di fibra vegetale perché ha dei micro fili all'interno, cosa che la fa diventare difficile da modellare in "forma umana". Però è talmente bella che ho voluto tentare ugualmente, mischiandola a un po' di pasta di mais.
Alla fine ce l'ho fatta, ma mani e piedi in particolar modo sono stati decisamente ostici!


Le ali in sukerukun sono più trasparenti del solito grazie alla resina (la finitura Cristallo della Stamperia) che ho spennellato sopra... mi piace! *^*
Per l'elleboro, la rosa d'inverno che non poteva mancare fra la neve, devo ringraziare una fatina in forma umana e il suo tutorial. La fatina è Celidonia e il suo tutorial sull'elleboro lo potete trovare QUI... il mio non è all'altezza di quello di Daniela però!
Le dimensioni... l'altezza complessiva è di 6 cm, la fatina è alta 3:


Che dite, com'è andato il mio esperimento pazzo?
Se volete conoscere dal vivo la fatina della neve la troverete a Miniaturitalia... ci venite a trovare? :)
A prestissimo!

Commenti

  1. Spero di venire a trovarti e so già che se riuscirò mi innamorero' di questa fatina, delle sue ali e dell'elleboro. Baci!!

    RispondiElimina
  2. uffa, nevica ovunque tranne che qui in Svezia :/ la fatina è bellissima come sempre, speriamo ci porti un po' di freddo! :)

    RispondiElimina
  3. Quelle ali sembrano davvero magiche *-*
    Mi piace questo mix di paste: l'effetto neve è davvero realistico e l'incarnato della fatina ricorda moltissimo una bambola di porcellana :)
    Hai decisamente cominciato questo nuovo anno alla grande! :D

    RispondiElimina
  4. *Sasha <3 Spero proprio che tu riesca a venire quest'anno... incrocio le dita!

    *Silvia grazissime :***
    Non nevica?? o__o Qualche fiocco è venuto perfino a Prato... e qui è quasi un miracolo vedere la neve!

    *Sofia grazie :3 Le ali sono state una sorpresa anche per me, non credevo che la resina le rendesse così trasparenti... sono un paio di giorni che voglio tanto bene alla resina XD

    RispondiElimina

Posta un commento