Benvenuti in Bottega, il piccolo laboratorio che ho aperto per condividere le mie passioni: la pittura e la pasta di mais. Dai miei pasticci nascono le creaturine della Bottega: fate svolazzanti (attenzione, abbassate la testa), sirene, creature magiche e piccoli animaletti. Qui c'è sempre una gran confusione, quindi non spaventatevi se vedete passare un topino o una chiocciola... siamo tutti un po' matti! Però tutti con una fiaba da raccontare :)
Buona passeggiata!

mercoledì 25 settembre 2013

Halloween is coming! - Mini tavolo

L'autunno è ufficialmente iniziato da qualche giorno, quindi Halloween si avvicina sempre più... e quando Halloween si avvicina in Bottega iniziano ad arrivare tanti topini tutti neri :)
" - Oooh, candele! Chi è che compie gli anni?
- Per essere un topo di Halloween non sei tanto sveglio, sai?"


Ecco, glielo spiegate anche voi che non sono candeline di compleanno? Perché non è del tutto convinto :D
I topini sono in pasta di mais, come al solito, così come dolci, candele e zucche... non sono grande amante di Halloween come festa però il tema è troppo ghiotto per le ambientazioni topose! Stò lavorando ad altri topini di Halloween, cominciate a rabbrividire fin da ora :D
Le zucche... per avere quel punto di arancio ci sono voluti bene quattro colori o.O


Come fare a riconoscere un topolo di Halloween da un normale (si fa per dire) topolo della Bottega? E' semplice: questi sono molto più dispettosi! Si nascondono ovunque per spuntare fuori all'improvviso, saltano sul letto nel pieno della notte, si infilano fra i piedi rischiando di farti cadere... tutte cose che fanno anche i gatti, insomma -.- Chi ha come coinquilino un micio mi capisce, vero?



I biscotti in versione zucca e ragnatela, glassati con la resina:


E la foto di rito con il centesimo per le dimensioni... il tavolo misura 5,5 x 3 cm ed è alto 3 cm:


Vado a sentire se il topino si è convinto che non è il compleanno di nessuno, sempre che uno dei nuovi arrivati non mi faccia cadere prima! La Bottega è un po' più caotica del solito con questi topoli in giro...
A prestissimo!

mercoledì 18 settembre 2013

Sunset Mermaid

Come si vedrà il tramonto sul fondo del mare? Fra le sirene si dice che sia uno spettacolo senza paragoni, tanto che può capitare, mentre una di loro è intenta a contemplarlo, che il sole le lasci qualcuno dei suoi colori... e la sirena porterà per sempre con sè il tramonto :)


E ora vi riporto bruscamente con i piedi per terra :P
La sirena è interamente in pasta di mais, solo le pinne son fatte con la sukerukun. La base è fatto con conchiglie, pasta e una specie di "malta" a base di amido di riso e colla. Viene fuori una pasta granulosa e molto forte... è quasi peggio della colla, togliersela dalle dita è un'impresa o.O


Questa pesciolina è nata con le idee un po' confuse, ha cambiato idea su cosa essere all'ultimo minuto. Doveva essere tutta sulle sfumature del verde acqua... ho proprio rispettato il progetto, eh? XD E' che, passando in auto, ho visto tramontare il sole in mezzo alle nuvole (grigie e cariche di pioggia anche!)... una pennellata color magenta in mezzo a un mare grigio-viola.
E i colori della sirena si sono imposti da soli.


Qualche particolare... ho provato a dipingerle dei pesciolini sul busto... come sono andata?


Le dimensioni... l'altezza complessiva è di circa 10 cm:


Vado a vedere cosa fa la sirena, 'ste creaturine tendono a combinarmi un sacco di guai...
A prestissimo!

martedì 10 settembre 2013

Italia 4x4 - Ricordi d'estate

Ad agosto ho saltato l'appuntamento con la mia - quasi - rubrica mensile sull'handmade italiano, quindi rimedio adesso e, per recuperare il post di agosto, ho scelto l'estate come tema.
Ho provato a fare un gioco, cercando di associare ogni creazione una parola (o un concetto) che rimandi all'estate... giocate con me? :)

Partendo dall'alto a sinistra... sabbia, vestiti sbracciati, chiari di luna e sirene:


- Bollicina, anello con elementi naturali di KonnichiWa Handmade
- Patchwork top, top in cotone e mussola di LoreTree
- Sweet Moon, spilla in pasta polimerica di Country Momo Bijoux
- Siren Bachina, ciondolo in pasta polimerica di The Fairy Wormwood

Proseguiamo il gioco... libri da leggere, tessuti leggeri, giochi nell'acqua, natura:


- Bilbo e casa hobbit, mini terrarium in pasta polimerica di Mijbil Creatures
- Orecchini a uncinetto di Perle di Cotone
- Kite surf, action figure di La Bohemien
- Save my Heart, ooak di Celidonia (Daniela Messina)

E ancora... sfumature di blu, cappelli di paglia, viaggi, onde:


- Orecchini in lamina di ottone e patina di Fascination Street
- Bambola in pasta di mais di Dolci Bambole
- Mariangela, borsa in lino di Le Borse di Poppy
- Wave, collier in pasta polimerica di Ali di Libellula

L'ultimo gruppo di quattro di creativi e di parole... sole&mare, meduse, creature marine, stelle cadenti:


- Yellow&Blue, collana con lavorazione tubolare a uncinetto di perline di Luthopika
- Medusa, illustrazione di Bettulla Serrati
- Organismi marini, spille in carta di Paper Leaf
- Il piccolo cacciatore di stelle, mongolfiera in ceramica di Bucciotteria

E voi? Avete quattro parole o concetti che per voi significhino "estate"? E soprattutto avete creativi da suggerirmi? Alcuni di quelli che ho citato li ho scoperti grazie a dei suggerimenti e ne sono felicissima... il prossimo post sull'handmade avrà un tema legato all'autunno, chi mi consigliate? :)

lunedì 2 settembre 2013

"Dillo con un fiore" - Biancospino

Esiste una categoria molto particolare di fate... sono delle fatine piccolissime, così piccine da stare su un dito, vestite di petali di fiore. E non di un fiore a caso, ma del fiore del quale portano il messaggio... perché i fiori hanno un linguaggio tutto loro e aiutano le fate a comunicare con noi (che, diciamolo, a volte siamo un po' duri d'orecchi :D). Se, per esempio, vi si avvicina una fata con il vestito fatto con i petali bianchi del biancospino sorridete, perché vi stà portando un messaggio bellissimo: vi stà portando speranza :)


Ogni anno, al momento di partire per le vacanze, ci ritroviamo con una valigia e, inevitabilmente, con uno zaino che pesa quasi più di lei... con dentro i libri. Quest'anno c'era anche Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh, riguardo al quale ero piuttosto scettica all'inizio, ma che mi ha fatto cambiare presto idea... sono caduta nel vortice del significato dei fiori e con tutte le scarpe anche!
L'idea delle fate dei fiori che portano una sorta di messaggio è arrivata al volo... e perché non trasformarle in ciondoli anche, in modo da poter portare al collo o regalare un piccolo significato? Avere al collo la speranza mi suonava così bene :3


La fata è interamente in pasta di mais, fatta eccezione per il fiore verde che costituisce il busto e parte della gonna... quello è un fiore di lucite, una materia plastica bella da vedere e anche molto resistente.
Da tempo stavo cercando un modo di trasformare le fate in ciondoli senza semplificarle troppo (e quindi "stravolgerne" la fisionomia) ed evitando che si rompessero. E' vero che la pasta di mais è resistente, ma le parti più piccole e sottili rischiano di saltar via fin troppo facilmente!


Guardando i fiori di lucite da un'altra angolazione mi si è accesa la lampadina! La fata è più resistente e compatta e poi hanno dei colori così belli... perché ne ho presi un bel po', di varie forme e dimensioni! Ve l'avevo detto che stavo covando qualche nuova follia :P


Le dimensioni... escludendo il gancetto, è alta circa 3,5 cm. Mi sembrava abbastanza piccola per non essere ingombrante al collo. A me piace montata con una semplicissima catenina dorata :)


Siate sinceri, vi piace l'idea? Stò studiando un po' di fiori (ce ne sono taaanti o.O) e i ciondoli sono in produzione. Credo che mi terrò su toni tenui, senza troppo contrasti... quindi preparatevi a tanti altri messaggi fatati! :)
A prestissimo!