Benvenuti in Bottega, il piccolo laboratorio che ho aperto per condividere le mie passioni: la pittura e la pasta di mais. Dai miei pasticci nascono le creaturine della Bottega: fate svolazzanti (attenzione, abbassate la testa), sirene, creature magiche e piccoli animaletti. Qui c'è sempre una gran confusione, quindi non spaventatevi se vedete passare un topino o una chiocciola... siamo tutti un po' matti! Però tutti con una fiaba da raccontare :)
Buona passeggiata!

lunedì 24 marzo 2014

Sakura - spirito dei ciliegi in fiore

Quando arriva la primavera e fioriscono i ciliegi bisogna fare molta attenzione: se si guarda bene fra i petali che cadono si può vedere una minuscola creatura dei ciliegi. Non è proprio una fata, non ha le ali... è talmente leggera che le basta un alito di vento o il vostro soffio per farla volteggiare fra i petali di ciliegio...


Lo so, al momento l'atmosfera non è proprio primaverile ma, a mia discolpa, posso dire che quando ho iniziato questa creatura c'era uno splendido sole -__-
La fatina (anche se non ha le ali) è tutta in pasta di mais, così come i fiori. Era un pezzo che cercavo una teiera della misura giusta per una fata giapponese e questa è stata un vero colpo di fortuna!


Si nota niente di strano sui capelli? :D Ho continuato gli esperimenti e sono riuscita a farli metà in pasta e metà in tibetan lamb, si è trattato di incollare una ciocca di lana alla ciocca in pasta e poi montarla sulla testolina. Il metodo è più lungo rispetto ai capelli in pasta, ma l'effetto mi piace su questa creatura :)


Particolari... la fata è alta circa 8 cm. Il kimono è dipinto con gli acrilici, fatta eccezione per i fiori... quelle sono murrine inglobate nella pasta:


Che ne pensate di questa creaturina? Ammetto che mi ci sono affezionata... sarà che mi ricorda la primavera e a me piace un sacco questa stagione. Quando non diluvia, insomma...
A prestissimo!

lunedì 17 marzo 2014

Spring is coming - Spirito delle viole

Quando nei prati e nei giardino fanno capolino le primule e le viole è segno che la primavera è alle porte... e le fate lo sanno bene, eppure non possono fare a meno di stupirsi di questa rinascita anno dopo anno.
Quindi non è poi troppo raro vedere un minuscolo spiritello che osserva incantato lo sbocciare delle viole...


Arriva la primavera! Sole, calduccio, giornate che si allungano... e una Sonia felice per tutti questi motivi! :D
Una fatina primaverile ci voleva per portare un po' di sole in Bottega.
Passando al lato tecnico: la fatina è in pasta di mais e sono in pasta anche le viole e la base. Le violette sono merito di un secondo corso fatto con Claudia Merli... insegnante eccezionale, con cui avevo già fatto le rose. Non si può fare un corso a Firenze e pensare di non avermi fra i piedi...


Lo spiritello ha anche un'altra particolarità: se guardate bene la punta dei codini vedrete che hanno i capelli in tibetan lamb. E' una prova che volevo fare da un po', per vedere di ottenere qualche acconciatura più particolare con i capelli metà in pasta e metà in lana. Credo di aver capito come fare, vedremo...


Un po' di particolari... l'altezza complessiva è di circa 6,5 cm. In una delle foto si vedono i sepali delle viole, che sembrano una sciocchezza ma non lo sono affatto o.O


Lo spirito delle viole chiede se può fare una capatina da voi per lasciarvi uno spruzzo di primavera... le lasciate la finestra socchiusa? :)
A prestissimo!

lunedì 10 marzo 2014

Italia 4x4 - C'era una volta...

"C'era una volta un re, che disse alla sua serva: raccontami una storia. E la serva incominciò: c'era una volta un re... " 
Oggi provo a raccontarla io una storia, anzi tante storie... infatti, per l'appuntamento con l'handmade italiano di marzo, ho scelto di parlare di fiabe :) Che siano quelle tradizionali o le più nuove sono un tema che più o meno tutti i creativi accarezzano almeno una volta.
Quindi mettetevi comodi e sfogliate qualche fiaba insieme con me...

"Allora vuol dire che ha letto anche lei la Storia Infinita!" 
Il signor Coriandoli scosse la testa.
"Ogni vera storia è una Storia Infinita" 


- L'essenziale è invisibile, ciondolo in pasta polimerica di The Hope of Sunny
- Merida, ciondolo in pasta polimerica di Nakihra Fimo Creations
- Lumaca da corsa in pasta polimerica di Yotaro Sculpts
- Orco, miniatura di Patttttry's Miniatures

Lo so, "La Storia Infinita" non è fiaba nel vero senso della parola, ma è la storia di tutte le storie secondo me... parla del luogo dove nascono tutti i racconti e non si può andare via se non si conclude ogni storia che si è iniziato :)
Parlando di questo quartetto... tre su quattro sono uomini! Di donne c'è solo l'autrice della splendida Merida... la volpe, lo avrete capito dal nome del ciondolo, è quella del "Piccolo Principe", ma l'autore fa anche dei topini che sono una meraviglia :3 L'orco... bè, le fiabe non sono tali senza gli orchi! Si tratta di miniature in metallo o resina (ma l'ambientazione è artigianale) dipinte a mano, cosa tutt'altro che facile in quelle dimensioni. Oltretutto per questo tipo di miniature la pittura segue un procedimento un po' diverso... insomma, bisogna essere parecchio bravi!

"Ma io non voglio andare fra i matti", osservò Alice.
"Bè, non hai altra scelta", disse il Gatto "Qui siamo tutti matti. Io sono matto. Tu sei matta."
"Come lo sai che sono matta?" disse Alice.
"Per forza," disse il Gatto: "altrimenti non saresti venuta qui."


- Alice, segnalibro angolare in carta di Fantasia d'Inchiostro
- Alice, cake topper in pasta di mais di GioCreazioni
- Tazze totoro in ceramica di Rebirth's Place
- Quadretti Cappuccetto Rosso in vetro di Giama

E se si parla di matti... ci rientro pure io :P
Qui abbiamo due fiabe classiche, "Alice nel Paese delle Meraviglie" e "Cappuccetto Rosso", e un autore di fiabe moderne... Hayao Miyazaki è un incredibile narratore per immagini (io adoro "La Città Incantata").
Quattro creative e quattro tecniche diversissime fra loro... però che risultati!

In mezzo al mare l'acqua è azzurra come i petali dei più bei fiordalisi e trasparente come il cristallo più puro; ma è molto profonda, così profonda che un'anfora non potrebbe raggiungere il fondo; bisognerebbe mettere molti campanili, uno sull'altro, per arrivare dal fondo fino alla superficie. Laggiù abitano le genti del mare...


- Little mermaid, illustrazione di Natalia Pierandrei
- Cammeo Piccolo Principe in pasta polimerica de I sogni di Gaia
- I sogni che vorrei sognare, pannelli in materiali naturali di Silvia Logi 
- Ciondoli Peter Pan in pasta polimerica di Daniela Pupa

Natalia Pierandrei è straordinaria, la seguo e la ammiro in silenzio da anni... ho scoperto Silvia Logi da pochissimo, invece: ho visto le sue opere dal vivo a Florence Creativity (è fiorentina, fra le altre cose) e sono rimasta così o__o Per qualche motivo i due pannelli mi hanno ricordato Pinocchio... sarà stata la balena? :D

Disse la volpe: ecco il mio segreto. È molto semplice: non vedo bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi.


- Drago nero, ciondolo in pasta polimerica di Taty Creations
- Anello coroncina in argento 960 di Sepi Creations
- Scatola tris Totoro vs Gigi in pasta polimerica di Pan-ko Kawaii
- Jasmine, spilla in feltro di Clementine's House

L'avete riconosciuta la frase della volpe del Piccolo Principe, vero? :3
Per il resto... i draghi sono una parte importantissima delle fiabe e lui mi sembra un degno rappresentante della categoria! E le fiabe hanno anche bisogno di principesse e di corone preziose... l'anello è fatto interamente a mano, non so se mi spiego!
La scatola è una genialata. Punto.

Vi sono piaciuti questi piccoli frammenti di fiabe? Faccio la curiosona: qual è la vostra fiaba preferita? Io ho un debole per Cenerentola, sia la favola originale che la versione Disney... ci sono i topi, come si resiste a Gas Gas? :D
A prestissimo!

lunedì 3 marzo 2014

Shurei - sirena acquamarina

E' arrivata una creatura speciale in Bottega, di un azzurro delicato come il colore dell'acquamarina e con una storia tutta sua che mi ha sussurrato nell'orecchio. A me non è rimasto che ascoltarla per poterle dare una coda da sirena...


Sì, perchè questa signorina non l'ho inventata di sana pianta. Il personaggio originale appartiene a Marina [Shurei 91], io ho solo regalato la coda alla sua Shurei :) Ci siamo incontrate su DeviantART e ci siamo messe d'accordo per uno scambio... anche lei sta regalando una aspetto molto speciale a una delle mie creature (un aspetto meraviglioso, aggiungerei!).
La sirena è interamente in pasta di mais, per i colori mi sono basata su quelli del personaggio originale... l'abbinamento non mi dispiace affatto.


La base è in pasta di mais e conchiglie, con l'aggiunta di microsfere e iridescent bubble. Sul bianco mi sembrava spiccasse di più.


Un paio di foto ravvicinate della coda e del viso con il mio (immancabile) dito... gli occhi sono molto diversi dal solito, ho cercato di riprendere quelli disegnati da Marina.
L'altezza complessiva è di circa 9 cm:


Che dite, Shurei piacerà alla sua mamma anche con coda e pinne? :)
Noi ci rivediamo settimana prossima con l'appuntamento di marzo con l'handmade, il tema sarà piuttosto magico questa volta... a prestissimo!