Benvenuti in Bottega, il piccolo laboratorio che ho aperto per condividere le mie passioni: la pittura e la pasta di mais. Dai miei pasticci nascono le creaturine della Bottega: fate svolazzanti (attenzione, abbassate la testa), sirene, creature magiche e piccoli animaletti. Qui c'è sempre una gran confusione, quindi non spaventatevi se vedete passare un topino o una chiocciola... siamo tutti un po' matti! Però tutti con una fiaba da raccontare :)
Buona passeggiata!

martedì 30 aprile 2013

All'ombra di una ragnatela

Fanno ombra le ragnatele? Forse per gli esseri umani no, siamo un po' troppo grossi per vederla... eppure per una fata l'ombra della ragnatela è fresca e delicata, l'ideale per un sonnellino al riparo del primo sole davvero caldo dell'anno...


Mi raccomando non sfrattate i ragni! Altrimenti sotto quale ragnatela vanno a dormire le fate che ci sono vicino a casa vostra? :D
Minuscola fatina della settimana... come al solito è in pasta di mais e sono in pasta anche i funghi.
Per la base ho, invece, usato rametti e un pezzetto di legno direttamente dal bosco :D


Purtroppo per voi siamo nella stagione dei primi funghi, quindi potrebbe esserci un'invasione di funghetti in Bottega... ho un debole per loro e non solo dal punto di vista estetico, ma pure da quello mangereccio :P


L'unica foto dalla quale si intravede la ragnatela... purtroppo è difficilissima da fotografare, almeno per me. Per farla è bastato "allungare" in fili la colla a caldo :)


Le dimensioni... è piiiiccolaaa!


Vado a rimetterla sotto la ragnatela prima che si svegli... noi ci rivediamo settimana prossima con una sorpresina: il 13 maggio la Bottega compirà cinque anni. Dato che mi spiace non fare nemmeno un ragalino e che, invece, la normativa per Candy e Giveaway con è cambiata mi sono inventata qualcos'altro... alla prossima settimana!

mercoledì 24 aprile 2013

Handmade: Italia 4x4

Piccola (giuro!) riflessione, oggi... ripropongo la domanda del bellissimo post su Filo e colori di Ila: perché parlare tanto di handmade?
Perché l'handmade, in Italia, è come un'auto 4x4. Avete presente le Panda vecchio modello? Quelle che facevano una fatica tremenda magari, però alla fine si arrampicavano anche sui muri, superando terreni impervi e pieni di sassi? Ecco, l'idea è quella.
Il "fatto a mano", in Italia, raggiunge spesso vette di eccellenza, ma con il doppio della fatica perché, al contrario di molti altri paesi, l'Italia non ha una cultura dell'handmade. Un paradosso, se si considera che siamo stati (ma lo siamo ancora) un paese di artigiani nel senso più alto del termine.
Per me la risposta stà qui: bisogna parlare di "fatto a mano" perché è un modo di porsi, di badare più alla qualità che alla quantità, perché c'è tanto talento in Italia e tante belle persone dietro ai prodotti finiti :)

Sapete che spesso mi ingarbuglio, quindi provo a spiegare per immagini perché parlare di handmade, che cosa significa per me e lo faccio con le foto di creativi italiani che meritano... e tanto! A gruppi di quattro così resto in tema con il titolo :D

Handmade è: cura dei particolari, originalità, pezzi unici, una certa dose di tenacia... o testardaggine la possiamo anche chiamare.
Handmade è qualcosa di unico da indossare:


Partendo dall'alto a sinistra:
- Rospodrago, ciondolo di Buzhandmade
- Butterfly Lace, orecchini di Rory's Bijoux
- Serie Zodiaco: Pesci, ciondoli di Angenia Creation
- Serie Furry Animals: cocorita, ciondolo di Lolle Bijoux

Handmade è: ricerca dei materiali, progettazione, un'occasione che diventa speciale... e arrabbiature in ordine sparso.
Handmade è cuciture di metallo e morbide curve.


- Grappolo, parure di Giardini di Lillà
- Chlorophyll, pendente di Alkhymeia
- White Roses, collana per sposa di Daniela Sognidiperle
- Anello regolabile con labradoriti bianche di Valdombra Fairies

E ancora... handmade è idee, rielaborazione, tecniche antiche che non vanno perse ma che si vestono di nuovo.
Handmade è morbidezza di tessuti e filati.


- Angioletto Ernesto, bambola di pezza de Le Creazioni di Sasha
- Orsetti amigurumi di Where is Wonderland?
- Rainbow Dash, peluche de La Tana del Bianconiglio
- Cardigan bimba di Ahmami

Per finire handmade è scambio di idee e di conoscenze, perché siamo tutti diversi e questo ci consente di avere sempre qualcosa da trasmetterci l'un l'altro... e di non annoiarci a morte!
E mi sono trattenuta, questi sono una piccola parte di creativi che ammiro e che hanno, oggettivamente, un gran talento nelle mani... mi scuso con chi non ho citato,anzi... provvederò!
Tanto più che ho lasciato fuori due categorie che, sapete già, mi stanno particolarmente a cuore: miniature e ooak. Potrei farlo diventare un post mensile questo dell'handmade 4x4, che dite? (potete spararmi, siete autorizzati).

E per voi... perché parlare di handmade? :)

lunedì 15 aprile 2013

I Profumini: pasta di mais e spezie

Credo che siate abituati a vedere strane creature in Bottega, però vi avverto che i nuovi arrivati sono più strani del solito! 
Sono minuscoli e piuttosto timidi, sono piccoli profumi capaci, sedendosi sulla vostra spalla, di farvi ricordare un odore che pensavate di aver dimenticato... tanti ricordi piacevoli sono legati a un semplice profumo e i Profumini si divertono soprattutto nel far tornare alla mente questi ricordi e a vedervi sorridere :)


Però se siete testardi e vi ostinate a non ricordare sono anche capaci di infilarvi su per il naso, eh U_U
Se pensavate che fossi pazza direi che ve ne ho dato conferma! 
Girando su Pinterest mi sono imbattuta in un tutorial su Idèes de Papillon: fimo traslucent mischiato alle spezie... mi si è accesa la lampadina! Perché non provare con la mia fida pasta di mais? E sono nati i Profumini (sì, sono proprio originale con i nomi -__-)... ho mischiato alla pasta alcune spezie, caffè, cacao... mi sono divertita a vedere l'effetto e i colori. 
La cosa mi piace parecchio, anche perché questi cosetti profumano davvero! Credo che questi diventeranno dei ciondoli...
Intanto vi presento i primi sei... 
- Curry: il tono di giallo è una meraviglia, la curcuma colora che è un piacere!
- Caffè: profumatissimo anche da asciutto, secca un po' la pasta.


- Carcadè: un'altro colore davvero molto bello e facile da ottenere, colora subito.
- Menta: l'effetto è quello del marmo, un verde molto tenue... con la menta fresca si ottiene un verde più acceso.


- Pepe nero: marroncino tenue e un bel profumo.
- Dragoncello: le foglioline nella pasta fanno un effetto molto divertente!


Se qualcuno volesse provare mi stò facendo una specie di carta dei colori (e degli odori)... questi sono i miei provini per ora, ma vorrei provare anche altre spezie e piante aromatiche, magari anche la lavanda :3


A me questi cosetti piacciono, lo ammetto... e voi che ne pensate? E' un'idea troppo pazza andare in giro con un ciondolo che profuma e che vi guarda? XD
A prestissimo!

venerdì 12 aprile 2013

Spirito della foresta

Le fate adorano boschi e foreste... tanto che, se si ha l'occhio allenato, non è troppo difficile vederle. Per scorgere un minuscolo spirito della foresta basta cercare un frullo d'ali colorato e magari la fata ricambierà anche il nostro sguardo curioso... 


Prometto che dalla prossima settimana riprendo a postare meno a casaccio! E mi metto in pari con i premi che mi sono stati assegnati (scusate scusate scusate il ritardo).
Parlando della spiritello, si tratta di una fatina piuttosto semplice sempre in pasta di mais. La parte più difficile  è stato trovare il giusto punto di marrone, ritrovare il colore è sempre una scommessa... e far venir fuori le pieghette sulla pancia... adoro le piegoline :D


Sono in pasta di mais anche i funghi e la basetta... le ali sono ispirate all'Urania, solo ispirate perché sono giusto una brutta copia di questa splendida farfalla!


Le dimensioni... l'altezza complessiva, fungo compreso, è di circa 7 cm:


Vado a far quattro passi, visto che è caldo... magari incontro qualche spiritello :D
A prestissimo!

giovedì 4 aprile 2013

Sirena fantasma

Perché fantasma? Non perché si diverta a spaventare chicchessia, le sirene della Bottega non fanno (quasi) mai di questi scherzi, giuro! Solo perché è di un colore così tenue che, a volte, sembra quasi una creatura trasparente e fumosa... come un fantasma...


Sono tornata! Anche se ho un virus che mi perseguita da Pasqua e non mi vuole mollare... purtroppo sono ancora nella fase "straccio lavato e strizzato".
Parliamo della pesciolina, che è meglio... la sirena è in pasta di mais, ma ha un paio di particolarità. Una è evidente, ha i capelli in tibetan lamb, l'altra si nota meno: gli occhietti non sono "scolpiti", ma inseriti come nelle ooak in pasta sintetica. Sì, lo so... sono da ricovero! XD



Inserire gli occhi usando la pasta di mais e in una testolina grande un'unghia è un pochino laborioso, ma più fattibile di quanto credessi.
Sia chiaro che gli occhietti non li ho fatti io, me li ha dati mamma fata in persona: Patrizia Cozzo *_* Non ricordo la misura, ma sono in scala 1:12.


Le dimensioni, più o meno sempre le solite... l'altezza complessiva è di circa 12 cm. Si vedono le ciglia? Sono applicate una ad una... mai più o.O


E' una sirena un po' diversa dal solito, ma a me non dispiace... e a voi?
A prestissimo!